La Consulenza per eCommerce per raggiungere nuovi obiettivi

Il tuo shop online ha bisogno di un servizio di consulenza per decollare e aumentare le vendite? Scoprilo subito

Vendere online è sempre più difficile. “Colpa” della concorrenza, ogni giorno più numerosa e “colpa” dei grandi marketplace come Amazon che si divorano una fetta cospicua di pubblico “generalista”.

Ma prima di puntare il dito contro gli altri, hai mai pensato che la “colpa” potrebbe essere prima di tutto tua. O meglio, del tuo ecommerce?

Non ti sto accusando, tutt’altro. Non mi permetterei mai di farlo perché sono anche io un imprenditore e so bene quanto sia complesso fare business online. Solo che molti imprenditori scelgono di aprire un negozio online pensando che poi i prodotti o i servizi si vendano da soli. Ed è questo il motivo che porta la maggior parte degli shop online dritti verso il fallimento.

Hai mai pensato ad una consulenza per il tuo eCommerce?

>>Leggi anche: Consulenza ecommerce

Mi spiego meglio. Prima di avviare il tuo shop, hai:

  • Elaborato un piano di business?
  • Pianificato una serie di attività di marketing, advertising e inbound marketing a supporto del lancio della tua attività?
  • Come hai monitorato l’esito di queste azioni?
  • Con quali KPI di riferimento?

Ti sto facendo queste domande perché voglio dimostrarti che, prima di avviare un e-shop (come del resto la maggior parte dei business online) servono programmazione, strategia, lungimiranza e competenze specifiche. Gli elementi da tenere in considerazione sono parecchi e fin qui te ne ho citati solo alcuni. I più comuni, non gli unici.

Hai un ecommerce o devi avviarne uno? Devi sapere che…

Eppure scommetto, anzi so per certo, che la maggior parte degli ecommerce sono stati avviati senza aver soddisfatto nemmeno questi pochi elementi. Quando si ha un negozio online, indipendentemente dal settore e dal numero dei prodotti e/o servizi commercializzati, la consulenza di un esperto di ecommerce e marketing è fondamentale per comprendere gli step da compiere per far decollare la tua attività.

Farne a meno sarebbe come salire per la prima volta su un automobile senza sapere a cosa servono i pedali dell’acceleratore, del freno e della frizione e provare a guidare. Sarebbe un bel rischio, non trovi?

Non lo faresti mai da solo. Il punto è che realizzare un ecommerce è semplice, vendere tanto e bene è molto più difficile.

Ma forse, di questo te ne sarai già accorto.

Sia che tu abbia già avviato un ecommerce o che tu stia pensando di farlo prossimamente, devi conoscere bene le regole del gioco, quantomeno per evitare di cadere nei 10 errori più pericolosi che impediscono alla maggior parte degli ecommerce di avere successo.

Se hai già un negozio online e non sei soddisfatto dei risultati fin qui ottenuti, devi prima comprendere se e cosa stai sbagliando e poi selezionare le strategie online che ti permetteranno di aumentare le vendite attraverso attività di digital marketing.

Puoi provare a farlo tu stesso, ma prima di prendere decisioni affrettate e buttar via denaro in campagne dai risultati scadenti, ti invito a leggere fino in fondo questo articolo…

Non gettare al vento il potenziale del tuo ecommerce, ma cerca di valorizzarlo grazie ad una consulenza seria, competente e affidabile. Una consulenza professionale che si basi su una strategia chiara (il cliente deve poter chiedere al consulente quali azioni stia mettendo in campo in quel momento e perché) e che offre risultati misurabili.

Memorabili e misurabili. Questo sarebbe il massimo. Ci arriveremo…

Iniziamo col dire che, per fortuna, far decollare uno shop online non richiede lo stesso investimento di denaro necessario all’avviamento di un negozio fisico ma è ugualmente complesso (o anche di più) perché l’Ecommerce è un’azienda vera e propria. Richiede enormi sforzi per arrivare a generare risultati considerevoli.

Altra piccola, grande obiezione. Tante aziende affermate nel mondo offline, ultimamente, si sono affacciate al mondo delle vendite online e hanno scoperto un’amara verità. Il fatto che una società abbia successo offline non significa, automaticamente, che gli basterà semplicemente aprire un ecommerce per vendere molto anche online. Sfruttare la brand awarness acquisita può aiutare, ma non è un fattore critico di successo.

Consulenza ecommerce: i 7 elementi fondamentali per vendere online

Ma allora, in che modo una consulenza per ecommerce può fare la differenza?

Prima di tutto analizzando i 7 elementi fondamentali per vendere online:

  • Realizzare un ecommerce efficace
  • Ottimizzare il negozio (lato seo e customer experience) e aumentare la visibilità
  • Individuare il traffico in target e le strategie per raggiungerlo
  • Avviare tutte le azioni di marketing per aumentare i tassi di conversione
  • Non abbandonare il cliente dopo l’acquisto ma avviare un processo di fidelizzazione efficace
  • Monitorare costantemente le prestazioni dell’e-commerce e di tutte le azioni/campagne in corso
  • Ottenere una formazione che ti consenta di gestire in modo autonomo le principali processi/flussi di lavoro.

Come scegliere il consulente per ecommerce giusto per la tua azienda

Tutti (a parole) sono bravi. Solo alcuni lo sono davvero. Ma allora, come puoi scegliere il consulente ecommerce giusto per la tua azienda?

Per prima cosa, lascia perdere i presunti numeri di clienti con cui hanno lavorato, perché questo dato – anche se reale, ti dice poco dell’esito del lavoro. Altri scelgono formule più originali come il numero di caffè bevuti, le ore passate al lavoro su un singolo progetto o altri parametri che possono destare curiosità, ma poco altro.

Discorso diverso per i feedback autentici. Quando un imprenditore o il manager di un’azienda decide di metterci la faccia e “firma” una recensione su un professionista o un’agenzia che ha effettuato una consulenza per l’ecommerce aziendale, questo dato assume una certa importanza.

Ma puoi andare più a fondo…

Come?

Semplice: perché non visiti il negozio online dell’azienda che ha lasciato il proprio feedback. Anzi, non digitare l’url esatto ma prova ad arrivarci tramite una ricerca su Google, questi ti sarà utilissimo per comprendere il posizionamento di quello shop sui motori di ricerca.

E vederlo ti aiuterà a “toccare con mano” come lavora quel consulente. Non è detto che abbia progettato il layout dell’ecommerce, né puoi sapere con esattezza su quali aspetti specifici di quel business si è concentrato maggiormente, ma certamente avrai un’idea molto più precisa di come lavora quel consulente di quanto tu possa ricavare leggendo e rileggendo i siti web dei consulenti per ecommerce che ti compaiono sulla Serp di Google.

Non guardare i numeri ma guarda i clienti con cui il consulente ha lavorato nel corso degli anni. Non tanto per il prestigio dei brand in vetrina, quanto per avere idea dei settori merceologici con cui il professionista (o l’agenzia di web marketing) si è confrontato nel tempo.

Ha già lavorato nel tuo settore specifico o in un campo similare? È un buon punto di partenza. Anche perché (questo non l’ho scritto perché mi sembrava fin troppo ovvio) serve un metodo solido alle spalle, ma ogni strategia e/o campagna va personalizzata in base al settore merceologico, all’investimento e al risultato che vuole ottenere il cliente.

Un’altra aspetto da considerare nella scelta del consulente è la trasparenza sui risultati. Parlare di “ecommerce vincenti” o “strategie di successo” è quanto di più facile ci sia. Ma, siccome carta canta, quali sono i numeri di questo successo che hanno reso quell’e-shop vincente.

Qui le chiacchiere stanno a zero. E solo chi può essere certo di non essere smentito pubblicherà i numeri. Non c’è bisogno di chissà quale report, basta fare lo screenshot degli insight della piattaforma CRM in uso o dell’esito delle campagne adv Google per avere numeri certi. E quando parlo di numeri mi riferisco alle vendite generate in un determinato periodo di riferimento rispetto ad un periodo analogo precedente alla consulenza.

In pratica, se l’azienda “X” nei primi mesi del 2018 ha realizzato 10 vendite con per 10.000 euro complessivi senza una consulenza dedicata, quali sono stati i risultati nei primi tre mesi di quest’anno mentre si avvaleva della consulenza per ecommerce?

Un consulente sicuro del proprio lavoro non ha difficoltà a pubblicare certe cifre perché sono quelle, alla fine, che segnano il confine tra un consulente di valore e un consulente qualsiasi. Questo vuol dire avere una strategia chiara ed efficace non solo a parole ma confermata dai risultati.

E tu, pensi che il tuo eCommerce potrebbe aver bisogno di una consulenza?